L’altraGenova

29 maggio 2009

Sto scrivendo poco qui ultimamente. Sono un pò impegnata col nuovo blog, laltragenova.wordpress.com.

L'altra Genova
Musica, spettacoli, danze, conferenze, serate: quello che succede in città ed è difficile da sapere.
Visitatelo! E’ on line da poco, sono bene accetti consigli grafici, tecnici, e soprattutto su eventi da pubblicare!


Genova è del mare

10 novembre 2008

La mia Amica Karen ha scritto una bellissima canzone su Genova, che ha cantato anche sabato scorso al suo concerto a Bogliasco.
Il concerto, come ho scritto, è stato accompagnato dalla proiezione di alcune mie fotografie.
Eccovi il testo della canzone, ed un video che ho creato accompagnando la musica con le immagini.
Ho scoperto che è una cosa che mi piace, e che, forse, mi riesce anche bene!

Genova è del mare di Karen Ciaccia

Genova è una sposa
seduta sulla riva ad aspettare
Una corona di monti alle sue spalle
a contemplare il riflesso delle stelle
Genova di terrazze appese al mare
di spiagge piene di sassi e di catrame
di tetti argento di ardesia e mille odori, Genova e i suoi sapori

Genova è un mosaico
con le facciate di mille colori
Genova è un quadro di tinte pastello
di ulivi in acquerello verdeggianti
di pesce fresco e mercati itineranti
di confraternite e di tradizione
Genova è terra è mare ed emozione
Genova è una canzone

Genova è un’amante
da contemplare quando si addormenta
Il capo su un cuscino di colline
e lascia andare le reti e le amarezze
E mentre il mare la culla di carezze
la Guardia dà la sua benedizione
la veglieranno il Diamante e lo Sperone
fino al nuovo sole

Genova altezzosa, terra di dogi e di navigatori
di bei palazzi e borghi pescatori
di vele al vento e chitarre cantautrici
Genova dal superbo portamento
dalla Lanterna ai vicoli nel centro
Genova vele al vento

Ma Genova è uno scialle
io l’ho lasciato cadere dalle spalle
Mi sono allontanata, sono andata
ed altrettante volte son tornata
E come i pezzi di una calamita
il tuo ricordo si lega alla mia vita
Genova, porta aperta ad aspettare
il figlio prodigo che vuol tornare
e che la vuole amare..

..Genova che è del mare.


Concerto di Karen a Bogliasco!

6 novembre 2008

concerto-karen


Sabato 8 novembre, alle 21.30, la mia amica Karen terrà un concerto alla Sala Comunale Piero Bozzo di Bogliasco, presentando alcuni brani composti da lei e altri di vari cantautori liguri!

La accompagnerà una band di tutto rispetto, composta da Alessio Siena, Laura Acocella, Sergio Russo, Daniela Piras, Claudio Andolfi, Marinella Avanzini.
Tra l’altro, se tutto va bene, le canzoni saranno accompagnate dalla proiezione di foto scattate da me..

la dani metafotografica
L’ingresso è libero.. venite!!


Sogni grandiosi

16 settembre 2008


Bisognerebbe fare sempre sogni grandiosi
e con la faccia verso il cielo,
viaggi avventurosi
ma mi dirai “Ah, poesia!!
Non si mangia, sai, con la poesia!!”
Bisognerebbe fare sempre sogni grandiosi
e con la faccia verso il cielo,
viaggi avventurosi
pensa se la gente, invece del potere,
pensasse all’amicizia come modo per godere
E come capi indiani, magia,
si fuma per la pace
ma tu mi dirai “Poesia,
non si mangia con la poesia!!”
basta! Per me questo è un duello
devo salvar la testa perché dentro c’è il cervello!
E come un aquilone
volare via spezzando il filo…
…Lo vedi si può volare
e non smetter di pensare
animo, animo, i tempi duri passano
Bisognerebbe fare sempre sogni grandiosi
per combattere la noia e la nevrosi
e se ancora non ci credi fa come vuoi
io mi lancio verso il cielo, apro le braccia
e poi…
…Lo vedi si può volare
Bandabardò


Dance me to the end of love

11 settembre 2008

Dance me to your beauty with a burning violin
Dance me through the panic ‘til I’m gathered safely in
Lift me like an olive branch and be my homeward dove
Dance me to the end of love
Oh let me see your beauty when the witnesses are gone
Let me feel you moving like they do in Babylon
Show me slowly what I only know the limits of
Dance me to the end of love

Dance me to the wedding now, dance me on and on
Dance me very tenderly and dance me very long
We’re both of us beneath our love, we’re both of us above
Dance me to the end of love

Dance me to the children who are asking to be born
Dance me through the curtains that our kisses have outworn
Raise a tent of shelter now, though every thread is torn
Dance me to the end of love

Dance me to your beauty with a burning violin
Dance me through the panic till I’m gathered safely in
Touch me with your naked hand or touch me with your glove
Dance me to the end of love
Dance me to the end of love

Leonard Cohen


Il valzer di un giorno

19 agosto 2008

dancing..

Tutto è già qui
anche se non si vede
tutto è già qui
nascosto tra le pieghe
e se ci stupirà
sarà soltanto come
come certe novità che sapevamo già
Tutto è già qui
l’adesso e l’indomani
tutto è già qui
i torti, le ragioni
le grandi verità
e le speranze vuote
la voce che non sa per chi si spenderà.

Ma oggi che era un giorno come tanti
hai preso le mie mani
e poi le hai messe sui miei fianchi
e io che ballare non l’ho fatto proprio mai
mi sono perduto in un valzer
che gira per noi

Tutto è già qui
nell’ombra delle cose
l’amore che verrà
le partenze e poi le attese
tutto è già qui
anche se non si vede
tutto è già qui e non si lascia dire

Ma oggi che era un giorno come tanti
hai preso le mie mani
e poi le hai messe sui tuoi fianchi
e io che ballare non l’ho fatto proprio mai
mi sono perduto in un valzer
che gira per noi.

Gianmaria Testa


Ancora Stygiens!

18 agosto 2008


Eccovi un estratto del concerto degli Stygiens a Gaiola (CN) di giovedì scorso, 14 agosto 2008.
Questo è un an dro, il video è un montaggio di tre file diversi, per cui ci sono due momenti di stacco, ma magari non ve ne accorgete 😉 perchè purtroppo la mia macchina si rifiutava di fare video troppo lunghi 😦
Il concerto è stato come sempre molto bello, loro sono veramente dei grandi.
C’erano pochi ballerini, ma
noi ci siamo divertiti un sacco 🙂

E comunque… in questo weekend, abbiamo ballato veramente OVUNQUE!!