Casa Domani

6 aprile 2009

Casa Domani, la Casa famiglia per disabili fisici che era da vent’anni in Piazza Manin, a Genova, ha finalmente una nuova CASA!
Il nuovo indirizzo è Via Gropallo 6/1, e i numeri di telefono 010 8592639 e 010 8592577.
A differenza della precedente, questa casa non è in affitto: grazie allo sforzo delle decine di volontari, del presidente, dei residenti, si è riusciti a realizzare un sogno: comprare una casa!

La ricerca di nuovi volontari è comunque sempre attiva!
Se qualcuno avesse voglia e tempo, in qualsiasi orario del giorno e della notte, c’è sempre bisogno di persone disposte a trascorrere qualche ora in compagnia degli ospiti della casa, aiutandoli nelle mansioni giornaliere, preparando i pasti e tenendo in ordine l’abitazione.
Eventualmente chiamare direttamente in Casa Famiglia o scrivere a me
qui: scrivi
Visitate il blog di casa famiglia: casadomani.wordpress.com


Teatro per Casa Domani

19 dicembre 2008

Teatro per Casa famiglia

Stasera, al Teatro “Il Tempietto” di via Rolando a Sampierdarena, alle 21, andrà in scena lo spettacolo “Una risata.. in cerca di casa”.
L’ingresso è ad offerta libera, e il denaro raccolto contribuirà al Progetto “Abitare la propria casa” dell’Associazione “Casa Domani”, la casa famiglia per disabili di cui ho già parlato.
L’associazione cerca sempre e ancora nuovi volontari. Se avete qualche ora alla settimana che vi avanza.. vi aspettiamo!!

Potete chiamare direttamente in Casa Famiglia al n° 010 8391745 o scrivere a me qui: scrivi


Casa Famiglia

12 settembre 2008

Casa Domani

Casa Domani è una casa-famiglia per disabili fisici nata a Genova circa vent’anni fa.
Come dice Mariapia, per gli amici Mapi, una delle residenti di Casa Famiglia in questo articolo, scritto un po’ di tempo fa, ma che presenta molto bene questa realtà, l’obiettivo generale è quello di fornire ad alcune persone colpite da specifici handicap fisici una casa che possa offrire quelle opportunità, quei comfort e condizioni di vita che solo chi vive in una propria abitazione può avere, continuando a vivere in condizione di vita “famigliare”.
La casa è in affitto e si regge sul contributo dei residenti, sulla convenzione col Comune di Genova e su privati sostenitori.
La gestione è incentrata solo su volontari, e gli ospiti disabili, il cui limite massimo è di sei, sono coinvolti in prima persona nella programmazione e nella gestione economica e organizzativa sia della struttura che della vita comunitaria.
Se qualcuno avesse voglia e tempo, in qualsiasi orario della giornata, c’è sempre bisogno di persone disposte a trascorrere qualche ora in compagnia degli ospiti della casa, aiutandoli nelle mansioni giornaliere, preparando i pasti e tenendo in ordine l’abitazione.
Eventualmente chiamare direttamente in Casa Famiglia al n° 010 8391745 o scrivere a me qui: scrivi


Ancora scelte!

9 settembre 2008

Imparare a correre
da chi non sa camminare,
imparare a cantare
da chi non sa parlare.
Imparare a scegliere
da chi non ha mai avuto scelta.
Imparare l’amicizia
negli occhi di chi ha conosciuto solo il rifiuto,
e l’amore sul volto
di chi è sempre stato solo.
Conoscere sé stessi
dimenticandosi.
Dimenticarsi di ogni piccolo male
che ogni giorno ci trafigge
e tornare a sentirsi vivi.
Matteo

Mentre ero a Calvari mi sono ritrovata a pensare molto al mio argomento preferito ultimamente: le scelte, la difficoltà di scegliere, ed ero molto concentrata su me stessa, sui miei pensieri, e le mie preoccupazioni.. tanto che non riuscivo ad essere serena con le persone che avevo intorno, che probabilmente avevano molti più motivi di me di essere preoccupati o afflitti..
Poi mi è capitato di leggere queste parole, scritte da Matteo, che parlano di quello che ha provato lui a Calvari. E mi hanno messo un po’ in crisi, mi hanno emozionata. Credo di aver sentito anch’io, in quel momento, di avere molto da imparare dalla situazione in cui ero immersa. E da quel momento ho provato a farlo.
E come sempre, il risultato mi ha stupito..
Dimenticarsi a volte è veramente l’unica strada per ritrovarsi.


Calvari

20 agosto 2008

ruote

A Calvari è strano: il tempo sembra fermarsi, e le difficoltà di tutti i giorni restano fuori.
Lì le diversità (di qualsiasi tipo!) tra le persone non sembrano più così determinanti nei rapporti.
Forse c’è qualcosa nell’aria che fa sembrare tutto più facile, anche quando si è seduti su una carrozzella o non si riesce a camminare o mangiare da soli, anche quando si hanno tanti di quegli anni da pensare di non poter avere più nulla di interessante da raccontare al mondo..
Forse è perché ci si trova lì, con le difficoltà da superare e nessuna alternativa al tirarsi su le maniche e provarci, qui e ora.
E solitamente ci si riesce 🙂 E bene, anche!
Forse è perché insieme è subito tutto più semplice? Forse è perché si respira nell’aria il piacere di stare insieme, e di fare le cose gratuitamente, senza aspettarsi nulla in cambio?
Forse è perché “non si possiede veramente che ciò che si dona”?
Io credo che sia proprio così, l’ho sperimentato..

Calvari è un paesino dell’entroterra ligure, vicino a Davagna, dove tutte le estati e in alcuni periodi invernali (Natale, Epifania, Pasqua) si organizzano periodi di vacanza per persone più o meno giovani, e più o meno abili 🙂 Basta la voglia di stare insieme, di mettere a disposizione le proprie mani, braccia, gambe, abilità, voce, sorrisi, forza, entusiasmo..
Per chi avesse voglia di provare, anche solo per qualche giorno, la porta è sempre e comunque aperta!
Per info: 010 905110 – chiedere di Antonio, oppure direttamente a me tramite questo blog, oppure qui:
scrivi


Proposta x l’estate

19 giugno 2008

Vi butto lì questa proposta che mi hanno fatto, come del resto ogni estate, ma non ci sono ancora andata. Trattasi di una vacanza al mare con un gruppo di giovani, tra cui alcune persone disabili.
Io non so ancora se quest’anno andrò, però so che cercano volontari e anche che è una bellissima esperienza..
Per chi ha voglia di sbattersi un po’, mettendo a disposizione tempo, braccia e cuore per far sì che anche chi da solo non ce la farebbe possa vivere una bella vacanza.
Sul volantino ci sono i contatti, oppure chiedete a me! 🙂