Disarmo? sì, grazie!

Siamo nella settimana Onu del Disarmo, promossa dalle Nazioni Unite per favorire la comprensione pubblica del disarmo come scelta di fondo.

A questo proposito, tra le buone notizie di Peacereporter ho letto che il 3 dicembre ad Oslo i governi dei 42 paesi africani firmeranno il trattato contro le cluster bombs, o bombe a grappolo.

L’accordo, raggiunto a fine maggio a Dublino, obbliga i paesi firmatari a NON:
– usare munizioni cluster;
– produrre, acquistare, commercializzare, stoccare, trasferire direttamente o indirettamente munizioni cluster;
– assistere o incoraggiare chiunque a intrattenere attività proibite dall’accordo con un altro Stato membro della convenzione.

Secondo gli accordi, i Paesi dovranno procedere alla distruzione dei loro arsenali di munizioni cluster entro otto anni dalla firma dell’accordo.

Da leggere per saperne di più:
L’Africa contro le bombe a grappolo
Mine, il rovescio della medaglia
Campagna italiana contro le mine
Trattato di Ottawa per la messa al bando delle mine antiuomo

Annunci

One Response to Disarmo? sì, grazie!

  1. Rocha ha detto:

    Sono completamente d’accordo con questa campagna ma purtroppo tanti (troppi) politici che dicono di volere la pace e il disarmo, poi non fanno seguire passi concreti in quanto gli interessi economici purtroppo prevalgono come sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...